MENU


Joomla id pagina , vista , categoria di apparteneza e informazioni del contenuto


$input = JFactory::getApplication()->input; // per ottenre la vista (articolo, categoria, blog…) $view = $input->get(‘view’); // ID del nodo (articolo, categoria, blog…) $id = $input->getInt(‘id’); // nella vista articolo, per ottenere l’articolo della categoria di appartenenza $catid = $input->getInt(‘catid’); // ID dell’ elemento di menù (nell’utlizzo particolare del menù da parte di joomla) $Itemid = $input->getInt(‘Itemid’);
Read More ›


Canon annuncia un prototipo da 250 megapixel


Canon Europa ha realizzato un prototipo di sensore CMOS in formato APS-H, capace di una risoluzione record pari a 250 megapixel. . Il sensore APS-H è un fomato già in uso nelle prime professionali Canon D1 ed è di dimensioni inferiori a quelle di un fotogramma di una pellicola 35mm e più grande di un APS-C.  I video prodotti dal prototipo in questione vantano una risoluzione pari a 30 volte il formato 4K. Nel comunicato stampa, Canon documenta di aver fotografato un aereo in volo a oltre 18 chilometri di distanza in modo nitido, con le scritte sul fianco della fusoliera perfettamente leggibili sull’immagine finale. 250 megapixel sono 250 milioni di punti da elaborare e convertire per la scrittura su un supporto. Canon sostiene di essere riuscita a raggiungere circa 1,25 miliardi di pixel al secondo in read-out: in termini pratici questo equivale a una velocità “di raffica” massima di 5 frame per secondo (fps). Canon non rende invece nota la tecnologia usata per la scrittura del file: un file prodotto da questo sensore in formato raw può raggiungere circa 350 megabyte di dimensione. Di certo non basterebbe una memoria SD o una Compact Flash di comune utilizzo. Ricordo che […]
Read More ›


TDL Studio 0.5 piccole in linea di trasmissione


Le più piccole della serie studio di casa TDL, molto ben costruite come tutte le sorelle. Prima di sentirle suonare si potrebbe essere scettici sulla risposta in basso (così piccole il basso non sarà mai tanto profondo ed essendo in linea di trasmissione dove arrivano saranno gonfie). Invece stupiscono davvero  positivamente sotto tutti i punti di vista. Il basso è profondo davvero ma assolutamente equilibrato mi sento di dire (potente e insospettabilmente profondo ma non gonfio come può a volte essere quello del bass reflex), così come è davvero equilibrata la risposta in frequenza. Grande grandissimo dettaglio, fantastici anche gli alti. Molto molto piacevoli volendo cercare punti deboli potrebbero essere la non semplicissima collocazione: sono diffusori alti per uno stand classico e bassi per essere tenuti a terra, con quest’ultima opzione la scena rimane ampia ma naturalmente bassa. Le ho provate solo con amplificatori robusti (Pioneer A400, Yamaha P 2500S) per cui non possi dire se siano difficili da pilotare. Fin dove sono arrivato hanno dato prova di un’ottima tenuta in potenza ma non ho vermante esagerato. Bebo Moroni scrive: “un basso incredibile sia in termini qualitativi che quantitativi rispetto alle dimensioni. L’unico difetto vero dello Studio 0.5 è quello […]
Read More ›


Per modificare questa cartella è necessaria l’autorizzazione: fornire le autorizzazioni


In Windows 7 può capitare di condividere tramite un HD informazioni tra due computer – ad esempio, al tentativo di modifica o cancellazione di un file potrebbe capitare di incorrere in questo messaggio “Per modificare questa cartella è necessaria l’autorizzazione” ecc ecc . Windows 7 include un sistema di protezione dei file che rende impossibile le modifiche accidentali ai file di sistema e ad altri file protetti con lo scopo di mantenere la stabilità del PC. La soluzione è semplice se si sanno dove mettere le mani. Concettualmente bisogna modificare il propretario della cartella o file in questione in modo da poter fare qualsiasi operazione. Cliccare con il tasto destro del mouse su di esso e selezionare la voce Proprietà dal menu che compare. Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Sicurezza e cliccare prima sulla voce Users e poi sul pulsante Avanzate. Nella scheda Proprietario cliccare sul pulsante Modifica, selezionare il tuo nome utente dall’elenco che compare (quallo con cui è stato effettuato il login) e cliccare su OK per quattro volte consecutive uscendo dalle finestre a matriosca che si soono aperte man mano, salvando così le modifiche effettuate. A questo punto, tornando nelle Proprietà del file, selezionare […]
Read More ›


Sito bloccato: Momentaneamente non disponibile per manutenzione. Riprovare fra un minuto.


Può capitare che dopo un aggiornamento di wordpress il sito rimanga bloccato con la scritta “Momentaneamente non disponibile per manutenzione. Riprovare fra un minuto.” negando l’accesso sia al frontend che al backoffice. Il modo per sbloccarlo è di collegarsi via FTP, nella root troverete un file .maintenance che dovete cancellare. I file che iniziano per . (punto) come .maintenance , .htaccess sono file invisibili per linux per cui ricordatevi di configurare il vostro client FTP per la visualizzazione dei file nascosti.
Read More ›


Cannot modify header information, headers already sent by – caso di pagina bianca su WordPress


Ultimamente sul server che ho acquistato mi sono imbattuto nell’errore di White Screen of Death (pagina del sito bianca), attivato il debug ho verificato questo errore : Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /XXX/wp-config.php:1) in /XXX/wp-login.php on line 425 Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /XXX/wp-config.php:1) in /XXX/wp-login.php on line 438 Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /XXX/wp-config.php:1) in /XXX/pluggable.php on line 925 Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /XXX/wp-config.php:1) in /uXXX/wp-includes/pluggable.php on line 926 Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /XXX/wp-config.php:1) in /XXX/wp-includes/pluggable.php on line 927 l’installazione era perfettamente funzionante su altro server. Il problema è subito chiaro, esiste un redirect che non viene gestito perchè siccome “headers already sent” allora “Cannot modify header information” . Altre casistiche sono: un output già esistente come una linea vuota precedente all’apertura di php un echo una dichiarazione header (tipo “header(‘Content-Type: ‘.get_bloginfo(‘html_type’).’; charset=’.get_bloginfo(‘charset’));” )   Come poter permettere che le “header information” siano modificabili dopo essere già state inviate? L’ideale è poter modificare la variabile output_buffering in […]
Read More ›


Bloccare contenuto di una directory con .htaccess


Con .htaccess per evitare lo scaricamento di un file o bloccare la possibilità di vedere i contenuti di una cartella il comando è semplice: deny from all
Read More ›


Chown ricorsivo


Chown ricorsivo per tutti i file e le cartelle all’interno di una cartella chown -R someuser:somegroup ./* Se invece siete alla ricerca di una tipologia specifica di file (mettiamo i tutti i pdf) allora il codice potrebbe essere: find . -type f -name '*.pdf' | xargs chown someuser:somegroup Questo inizia nella cartella corrente ‘.’ alla ricerca di file (filetype f) che coincidano con il pattern '*.pdf' quindi passa il risultato a xargs, che si occupa di dare il comando chmod come assegnato. Le virgolette attorno a '*.pdf' sono necessarie per la ricerca. Poichè i file potrebbero avere degli spazi al loro interno, bisogna usare un comando ancora un po’ differente: find . -type f -name '*.pdf' -print0 | xargs -0 chown someuser:somegroup
Read More ›


Windows 7 metodo più semplice per eliminare un file che da “impossibile trovare l’elemento”


Era da un po’ che non mi trovavo alle prese con le idiozie di Windows, ma una cartella maledetta scaricata via FTP non mi permetteva di aprire i file all’interno (jpeg e pdf – dei quali creava anche l’anteprima) nè di cancellare i file o la cartella contenitore o di spostarla, messaggio: “impossibile trovare l’elemento” . Ora il modo più semplice che ho trovato è stato di – selezionare la cartella o file “impossibile trovare l’elemento” e cliccare col tasto dx del mouse; – selezionare dal sottomenù contestuale di WinRar o 7Zip l’opzione: “aggiungi ad un archivio”; – nelle opzioni d’archiviazione selezionate “Elimina i file dopo l’archiviazione”; – OK; file o carlella eliminati, sarà facile eliminare il nuovo archivio creato Non conosco il motivo di questo conflitto ridicolo, forse si tratta di un disallineamento tra la tabella di partizioamento e il filesystem, ma tant’è… Funziona con Windows 7 , Windows 8 e Windows 8.1 e funzionerà anche con il 10 😀
Read More ›


‘Ottieni Windows 10’ rimuovere l’icona da Windows 7


Da qualche giorno è apparsa un’iconcina che mi dice ‘Ottieni Windows 10’ Io non la voglio e non voglio Windows 10 finchè non sono sicuro che sia stabile e affidabile. Inoltre l’upgrade è gratuito per i primi 12 mesi, Microsoft non ha ancora fatto sapere cosa succederà dopo, se cioè si dovrà pagare o se ci saranno altre forme di upgrade. Né ho capito (non ho cercato molto a dire il vero) cosa succederebbe se volessi tornare alla mia versione precedente di Windows, ma dubito sia possibile. Per cui non voglio essere annoiato da questa pubblicità. Come fare? Bisogna disinstallare l’aggiornamento responsabile di questa iconcina. Ecco la guida passo passo pannello di controllo programmi visualizza aggiornamenti insallati cercare: KB3035583 tasto destro: disinstalla per chi invece è pratico della riga di comando start cmd WUSA /Uninstall /KB:3035583 disinstalla dalla finestra di dialogo che appare avvia fatto! L’update però tornerà visibile e se non ricordate a memoria la sigla di tutte le update disponibili la installerete nuovamente. Per evitare questo nella lista delle update disponibili, cliccare con il tasto destro aull’update interessata e scegliere nascondi update. Se cambiate idea nel pannello delle installazioni cliccate su visualizza update nascoste e ritorneranno visbili. Le […]
Read More ›